Malintenti

Carlo Barbagallo, musicista e sound-engineer, produce la propria musica sin da piccolo, sperimentando in ogni modo sulle non-possibilità dell’home-recording.
Già in Suzanne’Silver (USA), LBB (Canada), Les Dix-Huit Secondes, Albanopower e La Moncada, sound-engineer a diverso titolo e/o musicista nelle produzioni discografiche di Colapesce, Ionio, Kyle, Andrea Valle, Manuel Volpe, DuFunk, Mapuche e altri, ha anche realizzato colonne sonoreper documentari e sonorizzazioni live per cortometraggi, oltre a curare, in tutti i suoi aspetti, la produzione artistica di Loners (UK), MonsieurVoltaire, Carmelo Amenta, Il Fratello, Andrea Fardella e, in collaborazione con la Goat Man Records, il progetto In The Kennel.
Dopo Floppy Disk (2009), il seguente album in studio Quarter Century (2010), la cui uscita è stata appoggiata dalla collana 24 della 42 Records e che ha visto la collaborazione di tantissimi musicisti della scena indipendente italiana e non solo (Music For Eleven Instruments, Tellaro, Captain Quentin, Gentless3, Camera 237, Diane And The Shell, Wisdom Teeth, Enablers), è stato ristampato in una edizione extended e limited in musicassetta da Bloody Sound Fucktory nel 2011.
Nei seguenti anni Barbagallo ha attraversato l’Italia moltissime volte con un intimo set acustico, immortalato nel Live At Yoko Ono (2011).
Nel 2012 co-fonda il Collettivo di Musica Elettroacustica di Torino (CoMET) e inaugura il blog The Noja Recordings Archives per diffondere i propri lavori sperimentali elettroacustici che hanno già suscitato ottimo consensi.
Il full-lenght in studio Blue Record (2013), realizzato con amici da Canalese Noise, Dead Cat In A Bag, Io Monade Stanca, Airportman, Manuel Volpe è stato registrato e dedicato agli studi di registrazione dove gran parte del disco ha preso vita.

Il 5 maggio 2017 pubblica “9″, il suo nuovo album.

Discografia

Social Wall